mercoledì 13 gennaio 2016

Affinità divergenze tra il compagno Vladimir Putin e noi al di là della cortina di ferro. Intervento poetico di Stefano Donno

















 “Il fine può giustificare i mezzi purché ci sia qualcosa che giustifichi il fine.” (Lev Trotsky)

Non pensate al futuro il futuro non esiste
trappola liquida clinica bugia infame
non pensate al futuro il futuro non esiste
oscilla tra il timore e tremore del presente
nell’impegno costante militante che rende sempre
non pensate al futuro il futuro non esiste
è uno spreco inutile di risorse intellettuali morali ed economiche
la nuova generazione riflette sul benessere cedevole
la disciplina non alleggerisce più il dolore
gli amari calici vanno bevuti sino in fondo
GLI AMARI CALICI VANNO BEVUTI SINO IN FONDO
con ostinazione indomita sino a toccare il fondo
compagni, cittadini, fratelli occorre riconquistare l’orgoglio
strategia abnegazione disciplina tattica forza
fuori dalla Storia fuori dall’Eternità fuori dall’Europa
il confine tra eutanasia e libero mercato impone il disgelo
l’assalto al Nuovo diventa splendido canto lirico assolo

“Quando avremo vinto su scala mondiale, con l'oro si faranno gli orinatoi delle grandi città.” (Vladimir Ulyanov Lenin)


Sappiamo come infervorare gli animi scaldarli al sol dell’avvenire
abbiamo il modo di rispolverare vecchi documenti dalla Storia
di stanare i caricatori seppelliti nell’ordinario del quotidiano
di ritrovare la strada di seguire la traccia di non perdere la rotta
conosciamo ormai il modo di conservare i simboli i ricordi nel cuore
impariamo in fretta senza  paura di morire per amore !

“Gli scioperi, il boicottaggio, il parlamentarismo, la manifestazione, la dimostrazione: tutte queste forme di lotta sono buone come mezzi che preparano e organizzano il proletariato. Ma nessuno di questi mezzi è atto a distruggere l'ineguaglianza esistente. È necessario concentrare tutti questi mezzi in un mezzo principale e decisivo, è necessario che il proletariato insorga e conduca un attacco decisivo contro la borghesia, per distruggere dalle fondamenta il capitalismo. Questo mezzo principale e decisivo è precisamente la rivoluzione socialista. “ (Josif Stalin)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.