sabato 30 novembre 2013

L’Avvocato Francesca G. Conte apre il suo blog come strumento divulgativo e informativo sul diritto … e affini!



Cercare di racchiudere in un unico concetto il significato della parola " diritto" significa non solo cogliere la sfida che ha impegnato studiosi di tutte le epoche, ma soprattutto assumersi la responsabilità di far fronte ad una serie di problemi di carattere concettuale oltremodo impegnativi. Dunque un’ipotetica risposta non potrebbe nemmeno darsi in merito ad un’ermeneutica del termine  diritto, né ad oggi ci si potrebbe limitare a definire il diritto come il semplice complesso delle norme di legge e consuetudini che disciplinano la vita di una collettività in un determinato periodo storico.  Siamo poi sicuri che il diritto possa realizzare la sua missione entro le strette maglie del diritto penale, civile, amministrativo, tributario, o ancora nell’extraterritorialità normativa del diritto internazionale pubblico e privato? Oggi il sistema dell’informazione e la concezione stessa sul piano informativo di normativa e diritto sta cambiando in maniera sempre più veloce, e dunque bisogna essere nell’hic et nunc (qui e ora) utilizzando strumenti mediatici in grado di garantire un grande potenziale di fruibilità e condivisione, per utilizzare un termine caro ai sistemi informativi dei social network. L’Avvocato Francesca G.  Conte con il suo Studio Legale,  pensa di poter fornire una bussola efficiente agli operatori del diritto, per meglio orientarsi nella fitta selva di news, segnalazioni dottrinali, editoriali, norme e cronache che hanno a che fare con il diritto a 360°. Ed ecco dunque che nasce il blog denominato “Avv. Francesca G. Conte - Studio Conte blog” consultabile all’indirizzo http://francescacontestudioblog.blogspot.it/
Lo spazio viene aggiornato periodicamente con le news e le info più salienti e interessanti dal mondo della Legge.

Постскриптум с Алексеем Пушковым (30.11.2013)

I migliori giochi sono solo su Xbox One

Processo Amia, prescrizione per gli amministratori indagati

Ritrovata in Namibia la carcassa dell'aereo angolano scomparso

De puertas adentro (Booktrailer) - Editorial Círculo Rojo

mercoledì 27 novembre 2013

Anna Karenina nel cinema

Germania: nuovo governo entro Natale

Stefano Donno affilia il suo blog “Stefano Donno – il pop non è un’esaltazione del nulla” a Macrolibrarsi

Macrolibrarsi” portale del Gruppo Macro editori (azienda leader nel settore editoriale) creato per l'acquisto di libri, dvd e cd, comprende puntualmente novità che riguardano ogni genere letterario, ricoprendo una vasta gamma di interessi per gli appassionati di ogni genere.
Per la varietà dell’offerta e per la ricchezza delle proposte editoriali presentate sul sito, Stefano Donno ha ritenuto opportuno condividere con i lettori del suo blog, questo brand innovativo e una grande opportunità. Per offrire al meglio e in modo rapido un contatto con questo grande portale on line di vendita di libri, si può tranquillamente acquistare i libri del portale Macrolibrarsi direttamente collegandosi al link http://www.stefanodonno.blogspot.it/

È un'opportunità che Stefano Donno vuole dare a quanti da anni hanno seguito on line l’attività del suo blog : ora tutto questo è possibile con “Macrolibrarsi” e il blog di Stefano Donno che puntualmente presenterà una selezione dei libri più venduti su Macrolibrarsi.

Info


Germania: nuovo governo entro Natale

Audi Jugendchorakademie

Госдума России не нужна?

Beef Stroganoff Stir-Fry - Everyday Food with Sarah Carey

martedì 26 novembre 2013

GALA ROMANOV - CASA IMPERIALE DI RUSSIA



Bruxelles – 7 Dicembre 2013 – Palazzo d’Egmont


Nel quadro delle Celebrazioni per la ricorrenza del 400esimo Anniversario dell'ascesa al trono di Russia del primo Zar della Dinastia Romanoff Michele I nel febbraio 1613, che pose fine al cosiddetto periodo dei torbidi, S.A.I. il Granduca Ereditario Georgyi di Russia ha acconsentito a dare il suo patrocinio alla serata in Suo onore che si terrà a Bruxelles il 7 dicembre 2013 negli esclusivi locali del Palais d'Egmont antica dimora dei Principi d'Aremberg ed attuale sede del Ministero belga degli Affari Esteri.

La serata di gala vedrà la partecipazione di differenti Ministri di Stato belgi, di uomini d'affari internazionali, del corpo diplomatico impersonato dagli Ambasciatori accreditati presso il Re dei Belgi nonché da vari esponenti delle Case Reali e dell'aristocrazia europea. La serata è organizzata dal Nobile Gregoire Tolstoj, discendente del grande scrittore russo Lev Tolstoj.



Prenderanno altresì parte all evento:



LARS il Principe Laurent e la Principessa Claire del Belgio e SAR la Principessa Lea del Belgio, SAR il Principe Gioacchino Murat, LARS il Granduca e la Granduchessa Guillaume e Stephanie del Lussemburgo, Sua Maestà il Re Fouad II d'Egitto, SAR la Principessa Chantal di Francia, SAR il Principi Michele di Yugoslavia, SAR il principe ereditario Leka II di Albania, SAR il principe Paolo di Romania, SAR il Principe e la Carlo e la Principessa Camilla di Borbone delle due Sicilie, SAR la Principessa Maria Gabriella di Savoia, SAR la Principessa Yasmine El-Senussi di Libia, Membri della Casa Sovrana di Monaco, Principi della Casa dei Borbone Parma e della Real Casa di Prussia degli Hohenzolern, Membri della famiglia reale francese degli Orleans, Membri della Real Casa dei Bey di Tunisia, Membri della famiglia reale di Grecia, SAR il Principe Dimitri von Turn und Taxis, Membri della famiglia Imperiale e Reale di Asburgo-Lorena, La Principessa Galitzine.




Press Office Italia

Studio Puggina

Filippo Bruno – filippo@studiopuggina.it

Battle of the year - La vittoria è in ballo - Spot 15''

Novità in libreria per LietoColle - Ritorno sorgente di Alessandra Peluso



La sua scrittura non rattrista, non immalinconisce, non è un lamento nella prospettiva tragica del proprio estrinsecarsi come fenomeno poetico. Alessandra Peluso non è interessata al pianto, ovvero all’abbandonico, al romantico che sovente in molta poesia contemporanea anche poco conosciuta, diviene il rimedio più ovvio per catturare il cuore del lettore, per intessere una fitta rete di ammiccamenti semantici tali da farlo cadere in una sorta di dolce estatica ipnosi. “Ritorno sorgente” non ha nel suo dna scritturale nulla che possa anche lontanamente appartenere all’etimo tedesco “Sehnsucht” con il quale si indica un’atmosfera intrisa di "struggimento", nello specifico quasi uno stato dell’essere paragonabile ad una malattia che spinge dolorosamente al desiderare, un desiderare che emerge dall’intimità in maniera dirompente e che è rivolto ad una persona o ad un oggetto che si ama o si desidera fortemente. Lo strappo di questo indomito desiderio trova il suo principium individuationis nel non potere raggiungere l'oggetto del desiderio, e dunque esporsi al rischio di assumere tratti patologici e/o psicopatologici. Le poesie di Alessandra si nutrono di silenzio, della tiepida carezza di un raggio di sole, di un alito di vento che scivola sulla pelle, sono poesie che si caricano verso dopo verso di energia… dall'introduzione di Stefano Donno


Alcune poesie

È un piacere intenso
incantevole, indecifrabile
è il fiorire e rifiorire dello spirito
di donna.
Fosse la vita così
sarebbe un’esplosione di bene,
sorrisi, di sole ogni giorno
e la vita, il piacere, l’amore.
****
Due anime
sole, inquiete
chissà se si toccano
pensandosi,
se si desiderano.

Intanto in un pomeriggio
di solitudine ottenuta
a morsi, lei si accarezzava
e pensava a lui
ansimando.
***
Sono confusa,
fusa con me stessa
con l’amore con l’altro

con il desiderio di sprofondare
in una profonda passione
ed esplodere.

Di gioia e piacere,esplodere.
E lasciare ogni limite,
ogni blocco, ogni no.

Il modo più semplice per ordinare il libro di Alessandra Peluso è tramite bonifico: - 1) effettuare il bonifico all'IBAN IT 95 S 05216 10900 000000006324 (se eseguirai l'ordine diretto alla casa editrice indicando "Lietocolle di Michelangelo Camelliti" avrai diritto al 15% di sconto sul prezzo e le spese di spedizione gratis); 2) effettuato il versamento inviare a manuela.camelliti@hotmail.it una mail con in allegato la ricevuta di pagamento; 3) ricordarsi di inserire nella causale l'ordine che si desidera effettuare

“RADICAL CHIC” - IL NUOVO VIDEOCLIP TRATTO DA “MUDDHRICHE” DI MINO DE SANTIS



Ecco on line il  videoclip del nuovo singolo “Radica Chic” di Mino De Santis, diretto dal regista Gianni De Blasi

E’ disponibile online (ecco il link - https://www.youtube.com/watch?v=bLqZL6QPm4A)
il videoclip di “Radical Chic” di Mino De Santis, tratto dal suo recente album “Muddhriche”, edito da Ululati, etichetta discografica di Lupo Editore. Diretto dal regista Gianni De Blasi, il videoclip è stato girato nella splendida cornice del ristorante della libreria “Liberrima” di Lecce "All'Ombra del Barocco. “Radical Chic” si caratterizza per un testo ironico e pungente, nel quale il cantautore salentino non esita a mettere alla berlina un certo intellettualismo sterile, che a volte caratterizza una certa sinistra. Emerge così una critica, senza mezzi termini, a quanti “uomini e donne liberi dal bisogno, con le spalle sempre coperte da papà”,  “gente distinta e raffinata/figli di una sinistra acculturata/che mangia, parla, beve, scrive e fa opinione ma aspetta il popolo per la rivoluzione” disquisendo per ore “sui mali della terra, sulla miseria, sulla povertà”, come della “Palestina, la vivisezione, e poi il buddismo la contro religione. L’islam, la pace, i clandestini”, ed immancabile “poi la buona cucina”. “Radical Chic” è un esempio, dunque, di come il songwriting di Mino De Santis, partendo dalle radici della cultura salentina, si sia aperto verso un immaginario poetico e critico orientato verso temi di rilevanza sociale e politica.

Il radical chic più che l'opposto del pezzente è l'opposto del "bonacciu". Quest'ultimo chiacchierando ingenuamente nel bar del paese, sorseggiando Dreher con la salopet ancora sporca di tintura da parete, riesce a decostruire realmente e un sistema attraverso la propria stessa sincerità. Il pensiero “dellu bonacciu” è vivo ed attivo e conserva onestà. Il radical chic invece è piuttosto colui il quale maschera e fa del buonismo e della rivolta un atteggiamento modaiolo in cui la sincerità non trova più spazio. La cosa più grave è che questa gente attraverso l'ignavia e l' inazione lascia campo libero all'avanzata di gran parte dei mali sociali che paradossalmente criticano bevendo vino nei locali alla moda.
Gianni De Blasi


Muddhriche, il disco

“Chi si nutrirà di queste muddhriche, che lascio qui? Non sono gli avanzi, non sono gli scarti della vita, queste note. Sono il dono di chi mi ha cresciuto, mi ha allevato, mi ha librato nell’aria. “T’aggiu crisciutu cu lu pane e senza pane, muddhrica muddrica. Ti ho tirato su con tutto lo zelo possibile”. Risuona ancora nelle mie orecchie. Perché queste sono le briciole, ma sono anche il mio nutrimento, sono ciò che mi ha insegnato ad accontentarmi e godere delle cose piccole e belle. Come gli uccelli, che vivono un’esistenza intera appagati dai manuzzuli, così ho imparato a far tesoro di quello che la storia mi ha voluto regalare. Ci hanno lasciato le briciole, dice qualcuno, ma noi, uomini del sud, tanimu lu coriu tostu e de le muddhriche nde facimu pane”. Mino De Santis

Ogni qual volta si ascolta Mino De Santis, si hanno ben chiare le sue radici, la sua storia, le origini musicali e i suoi ascolti al juke box. La voce e l'ironia amara di De Andrè, ma anche l'impegno di Stefano Rosso o la compostezza di Paolo Conte. Ma per non abbandonarsi a facili semplificazioni, bisogna fermarsi un attimo e rimettere play.
Mino De Santis è a tutti gli effetti un fuoriclasse, unico nel suo genere perché ama ancora raccontare e lo fa come potrebbe fare un fotografo con le sue istantanee, un pittore impressionista nel fermare tutto su una tela o il saggio del paese nel riferire vizi e virtù della sua gente. Con dovizia e ironia.
Anche in questo terzo album "Muddhriche" prodotto dall'etichetta Ululati (Lupo Editore) si raccolgono piccoli momenti di vita quotidiana, come fossero proprio molliche minute ed essenziali, messe insieme per farne pane e nutrimento. Ci sono le "macchiette", i personaggi del paese: "Lu prete" scaltro e smaliziato o la "La bizoca e la svergognata", apparentemente diverse ma "le stesse e l'hanno sempre saputo".
C'è la bellezza e la malinconia degli "Anni" passati tra casa, chiesa e sogni di libertà ma anche il sud amaro dei "Pezzenti"(feat. Nando Popu / Sud Sound System), quegli immigrati trattati come animali tra "patruni e capurali", senza diritti o assistenza, pagati venti euro alla giornata me definiti lo stesso invasori.
E tra mandolino e fisarmonica, si continua a raccontare di quei "Radical chic", quelli bravi a dare definizioni, che hanno così poco da dire ma tanto da parlare.
A poco a poco le "Muddhriche" compongono il quadro di un uomo che, come ben rappresentato dalla copertina del disco, dall'alto, osserva, riconosce, cerca di individuare quelle briciole, le piccole cose che continuano a dargli godimento. È un carnevale di personaggi e situazioni, dove si respira a pieni polmoni l'aria scanzonata di un bonaccio che ama quello che compone perché è il suo modo di continuare a credere al sogno di anarchia.

Tracklist
1.Anni - 2. Fiche cu le mendule - 3. Radical chic - 4. Sutta ‘na chianta te chiapperu - 5. Lu preute - 6. Porta verde - 7. La pizzoca e la sbergugnata - 8. Ieu fazzu gezz - 9. Certi culi - 10. Pezzenti (feat. Nandu Popu) 11.Arbulu te ulie (bonus track)

Mino De Santis, note biografiche
Mino De Santis - La poesia di Fabrizio De Andrè, il ritmo di Paolo Conte, l’ironia “eretica” di Giorgio Gaber, il racconto disincantato di Stefano Rosso, una passione per la big band alla Renzo Arbore. Tutto questo in un solo cantautore: Mino De Santis. Molti di voi si  stanno chiedendo certo chi sia mai costui. I programmi televisivi non lo ospitano e le radio commerciali nazionali non  trasmettono le sue canzoni eppure stiamo parlando di un artista di valore eccezionale. Quando si racconta la biografia di un artista spesso si comincia dicendo “da giovane fece il minatore”, come Tom Jones, oppure “ha lavorato in fabbrica”, per Mino De Santis bisogna usare ancora il presente indicativo e dire: quando non fa concerti fa l’imbianchino oppure il contadino, accettando un po’ tutti i lavori che ha sempre fatto per vivere. Mino non è un ragazzino, è un quarantenne che ha sempre scritto canzoni principalmente per se stesso, per i suoi amici, per quel irrefrenabile bisogno di “raccontare la vita” che ogni vero artista sente bruciare dentro. Solo 3 anni fa  fa ha prodotto il suo primo cd “scarcagnizzu”, venduto solo attraverso i suoi concerti, passato di mano in mano mentre le sue canzoni era possibile ascoltarle su you tube.  A distanza di un anno  nel 2012 esce l'album "Caminante"  accompagnato dal videoclip di 8 minuti ( quasi un corto) "Lu ccumpagnamentu" diretto dal Regista Gianni De Blasi. A luglio 2013 esce "Muddriche" ed è la seconda produzione della nuova etichetta "Ululati" di Lupo editore, anche in questo caso è stato prodotto un videoclip con la partecipazione di Alessandro Haber e Nandu Popu dei Sud Soun System per il singolo "pezzenti" .

Un florilegio critico

“Un artista da seguire…” (Vincenzo Mollica, DoReCiackGulp! RaiUno)

“E’ un carnevale di personaggi e situazioni, dove si respira a pieni polmoni l’aria scanzonata di un bonaccio che ama quello che compone perché è il suo modo di continuare a credere al sogno di anarchia” (Raffaella De Donato)

“Allo sguardo di De Santis nulla sfugge, non un gesto, non una parola” (Raffaele Gorgoni, Tg3)

“Mino De Santis si fa notare per la sua verve ironica, da Gaber saletino” (Tommaso Ricci, Tg2)

“Attraversarsi le note come spettatore disincantato tra parole abusate e “tipi” di ogni giorno. Cerchi una briciola che nutra e la trovi nelle parole-musica, nei treni in partenza, nei colori di un fiore antico, nella voce calda, in un amore” (Sandrina Schito)

"Il Salento trova nuove parole, quelle puntute, del graffio autoriale. Anarchiche quanto basta per tener desto l'animo e l'occhio allo sguardo: quello dritto, che mai s'inchina e fa riverenza. Mino De Santis è così, ama il ridere, il soffio e lo spiffero. (Mauro Marino)

Mino De Santis è un ascolto che il tempo e la pratica portano a metabolizzare. Non è la risata di turno ciò che arriva e resta. Ma un ondulato senso di profondità che scolpisce immagini nella memoria e libera l'ascolto dalla superficialità attorno (Erika Sorrenti e Francesco Aprile)

Mino ha scritto una pagina di canzone popolare vera, del popolo del Salento che si libera dalla pur splendida prigionia del tamburello, dell'organetto e del violino e approda ad un linguaggio nuovo, fatto di dialetto e di italiano colto al volo, masticato, rimasticato e sputato fuori in una nuova forma di colostro, vero alimento con il quale crescere i piccoli. Musica accattivante, di uno che sa suonare la chitarra, la lascia nei suoi accordi semplici, quasi ondeggianti come un materassino gonfiabile sulla bonaccia (Pino De Luca)

Autoironico e impietoso … lo definirei un "verista" per come descrive la realtà sociale e soprattutto quella di tanta umanità. Ha il suo modo singolare di vedere la realtà e di declinarla in versi. E' un sognatore ingenuo e intellettualmente onesto. Insofferente a qualsiasi regola, non scenderebbe mai a compromessi, ha l'anima libera e resta anarchico anche quando non sarebbe il caso. Ha una singolare genialità, un'autentica vena artistica che differisce da qualsiasi accomodante musicalità "popolare" oggi cosi volgarmente e insopportabilmente stereotipata (Giuseppe De Santis)

LUPO EDITORE
Via Monteroni Esterna, CP 93
73043 Copertino (Le)
Tel. 0832.949510
Fax 0832.937767
info@lupoeditore.it

twitter:



facebook:









Il Pd secondo Renzi: riforme subito, basta parlare di Berlusconi

Che tempo che fa - Robbie Williams 23/11/2013

Ryse: Son of Rome [PEGI 18] - A Hero Rises

Кавказские страсти в Новосибирске

lunedì 25 novembre 2013

FESTIVAL DEL RIUSO: I NUMERI DI UN GRANDE SUCCESSO



Si è svolto ieri, domenica 24 novembre, presso il parco Trotter di Milano, il Festival del Riuso e del Baratto. Dalle 10 alle 17, più di 2000 persone e oltre 6000 oggetti scambiati.
Si è svolto domenica 24 novembre, al parco Trotter di Milano, presso il padiglione Grioli, il Festival del Riuso e del Baratto, patrocinato dal Comune di Milano. Leotron, partner di rete ONU (la rete nazionale degli operatori dell’usato) grazie al personale di Mercatopoli e Baby Bazar, insieme a Amsa e Federambiente, ha organizzato un festival per sensibilizzare al riuso che, complice anche il tempo, ha avuto un notevole successo. Alla fine di una giornata intensa, in sole 7 ore di manifestazione, sono stati scambiati più di 6000 oggetti con un’affluenza di circa 2000 persone. In sostanza, circa 15 oggetti scambiati al minuto, sottratti dalle discariche e tornati ad avere nuova vita. Hanno risposto con grande entusiasmo i milanesi all’ultima domenica della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dedicata quest’anno al riuso. L’Unione Europea sottolinea spesso come il riutilizzo sia una delle pratiche più importanti tra quelle da attuare dagli stati membri per la riduzione dei rifiuti nell’ambiente. La direttiva UE del 2008 cita il riuso al secondo posto delle buone pratiche da svolgersi in questo senso e il Festival del Riuso, giunto alla sua seconda edizione, lo ha dimostrato.
L’Italia non è mai stato un paese particolarmente coinvolto nel mondo dell’usato ma, nonostante questo, la tendenza sta cambiando. Complice la crisi gli italiani hanno iniziato ad essere più attenti a quello che acquistano e i consumi si sono fatti più responsabili. L’UE stessa ha affermato che con il riuso si possono potenzialmente togliere dall’ambiente più del 10% dei rifiuti.
Il mercato dell’usato è in crescita, in Italia, sia in termini di numeri di aperture di negozi specializzati (i network Mercatopoli e Baby Bazar, organizzatori dell’evento, contano oltre 150 punti vendita in Italia, con un aumento del 10% delle aperture nel 2013) che in termini di fatturato (addirittura un +20% del comparto specializzato per l’infanzia).
“Organizzare un Festival del Riuso e del Baratto con gli operatori del settore ha voluto dimostrare l’importanza della selezione degli oggetti, che devono giustamente mantenere un valore. Abbiamo scelto, nonostante le molte iniziative di baratto diffuse nelle grandi città, di coinvolgere proprio i nostri negozi, per far percepire alla gente la professionalità di chi si interfaccia tutti i giorni con l’usato.” afferma Alessandro Giuliani, direttore dei network Mercatopoli e Baby Bazar e organizzatore dell’iniziativa insieme al suo staff di Leotron sas, membro di rete ONU, la rete degli operatori nazionali dell’usato. “Ci stiamo interfacciando a livello nazionale con il governo per ottenere una maggiore sensibilità verso questo settore e una normativa più omogenea e ci stiamo adoperando a livello locale per creare dei tavoli di collaborazione con le amministrazioni” continua Giuliani. “Il fatto è che, nonostante le direttive europee, in Italia c’è ancora molta resistenza e già il settore dell’usato in conto terzi si trova a doversi scontrare con una burocrazia non sempre coerente. Basti pensare che i negozi dell’usato, nonostante distraggano dalle discariche ingenti quantità di merci, vengono assoggettate a una normale attività commerciale per il pagamento della tassa sui rifiuti. Inoltre, sugli oggetti venduti, il gestore continua a pagare l’IVA al 22%, su merce che, si capisce bene, l’avrebbe già assolta”.
Il Festival del riuso, alla sua seconda edizione, si inserisce nelle dinamiche di collaborazione con il Comune di Milano, dal quale ha ottenuto il patrocinio. L’intento è quello di sensibilizzare la cittadinanza e portare dati certi sulla buona riuscita di manifestazioni come queste senza slegarle però da chi tutti i giorni si relaziona con il settore dell’usato, operando in negozi come Mercatopoli e Baby Bazar o in realtà simili, fino a chi realizza i mercati di piazza e alle cooperative che si occupano di sgomberi e riutilizzo. In Italia, un comparto che coinvolge oltre 80000 famiglie. Durante il Festival del Riuso del 24 novembre si sono presentate circa 2000 persone e sono stati scambiati oltre 6000 oggetti tra libri, oggettistica, piccoli elettrodomestici e abbigliamento. Se si fanno due conti, significa che in 7 ore di manifestazione si sono attivati 15 scambi al minuto, togliendo dall’ambiente quasi una tonnellata di rifiuti, potenzialmente. Dal contenuto delle schede di adesione si evince che in prevalenza sono stati portati capi di abbigliamento, bigiotteria e libri (rispettivamente per una percentuale del 40%, 15% e 20%) ma anche attrezzature per bambini, un importante numero di giocattoli (17%) e accessori di abbigliamento (8%).
Gli articoli non scambiati, così come succede nei negozi dell’usato dei marchi coinvolti, sono stati ceduti alle associazioni benefiche a cui si rivolgono i punti vendita, in particolare alla San Vincenzo. “L’usato è un settore con molte potenzialità, in parte ancora inesplorate. Diamo spesso per scontato che quello che a noi non serve più non posa avere altri utilizzi, mentre spesso, e lo dimostrano proprio i negozi dell’usato, possono trovare nuova vita in altre case, evitando di finire nelle isole ecologiche” conclude Giuliani “e il successo di iniziative come questa dimostra sempre di più la verità di queste affermazioni”. Per continuare a monitorare iniziative simili è stato creato il sito www.festivaldelriuso.it, sul quale è possibile iscriversi anche alla newsletter per tutti gli aggiornamenti sugli eventi futuri.

Silvia Signoretti – Ufficio stampa Leotron – Mercatopoli – Baby Bazar
0458031777 – 3479114365 – s.signoretti@leotron.com - info@festivaldelriuso.it  www.festivaldelriuso.it

Accessori Nuova Peugeot 308

Israele: autorizzati lavori per ampliamento insediamenti

Forza Italia fa quadrato attorno al Cavaliere

Российские банки ждёт "чистка"?

domenica 24 novembre 2013

Il vino delle eccellenze - L’ECCELLENZE DEL TERRITORIO 2013 – 2014 il 26 novembre 2013 ore 19,30



Giunto al terzo anno di attività l’appuntamento istituzionale per l’assegnazione del riconoscimento L’ECCELLENZE DEL TERRITORIO dell’ass. Arcadia Lecce, che quest’anno ha ottenuto il Patrocinio della Provincia di Lecce, in collaborazione con Cantine Due Palme punto vendita Lecce di Maria Viterbo in via del Mare 5/a a Lecce, l’associazione lancia la nuova rassegna per il 2013 e per il 2014 Il Vino delle Eccellenze – L’Eccellenze del territorio 2013/2014. L’appuntamento che avrà cadenza quindicinale, ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere alla cittadinanza leccese e salentina, tutte quelle realtà imprenditoriali, associative, politiche, pubbliche e private che con il loro operato si sono contraddistinte nel sociale e nella promozione del territorio. Nell’appuntamento del 26 novembre alle ore 19,30 presso la Chiesetta Balsamo in via Pozzuolo a Lecce sede dell’Ass. Arcadia Lecce, si terrà l’incontro dove saranno premiati l’associazione Lecce in Movimento e l’A.G.U.V.S. di Lecce, e per le istituzioni l’assessore del Comune di Lecce Gaetano Messuti (Gaetano Messuti - Assessore Lavori Pubblici. Il settore di cui si occupa l’Avv. Gaetano Messuti riguarda la progettazione, costruzione e manutenzione del patrimonio pubblico comunale quale strade e piazze, aree verdi urbane, reti idriche fognanti e di illuminazione pubblica, luoghi di mercato, centri sociali e quanto altro attiene alle strutture della comunità cittadina)

Interverranno il Presidente dell’Ass. Arcadia Lecce Valentino Zanzarella, il Presidente dell’Associazione Lecce in Movimento Michel Romano, il Presidente Maurizio Bisanti dell’A.G.U.V.S. di Lecce, l’assessore del Comune di Lecce Gaetano Messuti. L’associazione Arcadia Lecce fa inoltre appello alla comunità leccese e salentina acchè comunichi proposte di “eccellenze” alla mail info@ordoequestristempli.it
  
Le motivazioni del riconoscimento 1L’A.G.U.V.S di Lecce  è da sempre attenta nei confronti di quanti non attuano quanto previsto dalla legge in merito alla sicurezza e la prevenzione stradale e che strumentalmente si oppongono alle esigenze richieste dalla collettività. Vigila costantemente affinché la Giustizia si allinei completamente per una giusta tutela delle vittime innocenti e delle famiglie che giornalmente lottano per vedersi garantiti i diritti fondamentali sanciti dalla Nostra Costituzione.
 
Le motivazioni del riconoscimento 2 – A.s.d.c. Lecce in Movimento nasce nel paese di Cavallino (LE) nel Settembre 2009, come un gruppo di soggetti attivi nella promozione della cultura dello sport e della danza. L’intento è quello attraverso l’organizzazione di appuntamenti formativi e informativi, anche in luoghi socialmente ed economicamente più svantaggiati, di portare il valore e il benessere dell’attività fisica e di promuovere e rivalorizzare il nostro territorio, cominciando proprio dai quartiere dei comuni.

Le motivazioni del riconoscimento 3L’Assessore Gaetano Messuti viene premiato per la sua vicinanza e disponibilità operativa sia sul piano umano che istituzionale alle tante associazioni giovanili che operano sul territorio, e per l’impegno nella tutela del verde pubblico nell’interesse del cittadino e della città.

Gaetano Messuti – (Gaetano Messuti - Assessore Lavori Pubblici, Verde Pubblico, Servizi Cimiteriali, Edilizia Scolastica, Edilizia Sportiva, Contratti di Quartiere, Fascia Costiera)

A.s.d.c. Lecce in Movimento - http://www.lecceinmovimento.it/index.html

Sede Sociale A.G.U.V.S.  Lecce via G. Parini 1/C – C/O Studio Legale Conte
tel. 349.84.73.709
e-mail: aguvs@libero.it - presidente@giustiziavittimestrada.org





Насколько самостоятельна Россия?

Ucraina, no all'Europa e sì alla Russia. Manifestazioni e scontri a Kiev

Intervista al cuoco italiano Carlo Cracco - (Seconda parte) - Quelli che...

Intervista al cuoco italiano Carlo Cracco (Prima parte) - Quelli che il ...

venerdì 22 novembre 2013

Ferzan Ozpetek con Rosso Istanbul (Mondadori) alla Feltrinelli point di Lecce

Sabato 23 novembre 2013 alle 18,00 alla Feltrinelli Point di Lecce in via Cavallotti 7/a  Ferzan Ozpetek incontrerà il pubblico per un firmacopie del suo ultimo libro  Rosso Istanbul (Mondadori)


Tutto comincia una sera, quando un regista turco che vive a Roma decide di prendere un aereo per Istanbul, dov'è nato e cresciuto. L'improvviso ritorno a casa accende a uno a uno i ricordi: della madre, donna bellissima e malinconica; del padre, misteriosamente scomparso e altrettanto misteriosamente ricomparso dieci anni dopo; della nonna, raffinata «principessa ottomana »; delle «zie», amiche della madre, assetate di vita e di passioni; della fedele domestica Diamante. Del primo aquilone, del primo film, dei primi baci rubati. Del profumo di tigli e delle estati languide, che non finiscono mai, sul Mar di Marmara. E, ovviamente, del primo amore, proibito, struggente e perduto. Ma Istanbul sa cogliere ancora una volta il protagonista di sorpresa. E lo trattiene, anche se lui vorrebbe ripartire. Perché se il passato, talvolta, ritorna, il presente ha spesso il dono di afferrarci: basta un incontro, una telefonata, un graffito su un muro. I passi del regista si incrociano con quelli di una donna. Sono partiti insieme da Roma, sullo stesso aereo, seduti vicini. Non si conoscono. Non ancora. Lei è in viaggio di lavoro e di piacere, in compagnia del marito e di una coppia di giovani colleghi. Ma a Istanbul accadrà qualcosa che cambierà per sempre la sua vita.
Tra caffè e hamam, amori irrisolti e tradimenti svelati, nostalgia e voluttà, i destini del regista e della donna inesorabilmente si sfiorano e, alla fine, convergono. Questo libro è una dichiarazione d'amore a una città, Istanbul. Rossa come i melograni, come i vecchi tram, come i carrettini dei venditori di simit, come certi tramonti sul Bosforo che mischiano lo scarlatto al blu, come lo smalto sulle unghie di una madre molto amata. Ed è, insieme, un libro sull'amore, nelle sue mille sfumature. L'amore che non conosce età, paese, tempo, ragione, differenze di sesso. Che sceglie e basta. Una storia romantica, imprevista e nostalgica che racconta di un regista, di una città e di un ritorno. E poi, come una scatola magica, di una storia nella storia. Proprio come in un film di Ferzan Ozpetek, se decidesse di raccontare la sua.


Ferzan Ozpetek, regista e sceneggiatore, è nato a Istanbul, ma dal 1976 vive a Roma. Nel 1997 esordisce con Il bagno turco (Hamam), cui seguono Harem Suaré, Le fate ignoranti, La finestra di fronte, Cuore sacro, Saturno contro, Un giorno perfetto, Mine vaganti, Magnifica presenza. Ha inoltre diretto Aida (2011) e Traviata (2012). Ha vinto i più importanti premi e riconoscimenti cinematografici e nel 2008 il MoMa di New York gli ha dedicato una retrospettiva.

           
Info – Feltrinelli Point
7/A Viale Cavallotti Felice, Lecce, Le 73100
0832 331999


Cena di beneficenza a Palazzo Corsini per i progetti di Emergenza Sorrisi



Lunedì 25 novembre 2013 – ore 20.00 preso Palazzo Corsini – Via della Lungara, 10

Emergenza Sorrisi  è un’organizzazione umanitaria che  nasce con l’intento di restituire il sorriso e la speranza di una  vita migliore  ai bambini affetti da labiopalatoschisi, una malformazione del volto particolarmente diffusa nei paesi con minori risorse, che comporta per i bambini che ne sono affetti, non solo difficoltà di nutrizione e problemi di logopedia, ma anche un profondo disagio sul piano dell’inserimento sociale, a causa dei pregiudizi che spesso molte culture locali associano a questa malformazione, considerata in alcuni casi sinonimo di manifestazioni demoniache. Ad oggi Emergenza Sorrisi ha restituito il sorriso a più di 2.000 bambini nel mondo, ma molti altri sono ancora in attesa di un gesto di solidarietà per tornare a sorridere e a coltivare la speranza di un nuovo avvenire.
Il 25 novembre presso “Palazzo Corsini” Emergenza Sorrisi accoglierà i suoi sostenitori per l’abituale evento della cena istituzionale: l’obiettivo dell’iniziativa è raccogliere fondi da destinare al finanziamento delle missioni chirurgiche che l’organizzazione realizzerà nel 2014 e grazie alle quali centinaia di bambini potranno essere operati.
La location scelta è particolarmente suggestiva: tutti  i partecipanti all’evento,  grazie alla preziosa collaborazione dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, potranno visitare il museo e ammirare le meravigliose opere d’arte esposte, tra queste il “San Giovanni Battista di Caravaggio”.  Durante la cena infatti, il personale del museo Corsini illustrerà ai graditi ospiti la storia della sala in cui si trovano e le preziose opere esposte.
Al termine della cena, a cui è prevista la partecipazione di circa 200 persone, si svolgerà la consueta lotteria di beneficenza, con in palio preziosissimi premi offerti da importanti aziende di moda e gioielli.
A presenziare l’evento sarà il Dott. Fabio Massimo Abenavoli, chirurgo plastico presidente di Emergenza Sorrisi, con lui anche Lucia Romani Violante, socia dell’organizzazione che ha offerto un contributo importantissimo per l’organizzazione dell’evento. E’  inoltre prevista la partecipazione  dell’Ambasciatore iracheno presso la Fao e dell’Ambasciatore del Burkina Faso in Italia.

Un evento unico che unisce la buona cucina alla solidarietà in uno scenario meraviglioso che ha per protagonista l’arte, nelle sue forme espressive più belle e suggestive.


Per accrediti stampa:
Ufficio Stampa Emergenza Sorrisi ONG
Tel. 06. 84242799 Fax 06.8413845
www.emergenzasorrisi.it

Greenpeace: libero l'attivista italiano, ma non può lasciare la Russia

Daniele Maestri rivernicia una vecchia bici - Detto fatto del 21/11/2013

В Риге рухнул торговый центр: десятки погибших

mercoledì 20 novembre 2013

Dice e il Mondo nuovo - Marco TOSATO

Dice e il Mondo nuovo - Marco TOSATO

Empire - Extended Interview - Konstantinos Georgousis

Trabia, violenta rapina ad anziano

Live - "La mafia uccide solo d'estate" - Pif e Cristiana Capotondi

Antonio Albanese, una battuta su "Gli sdraiati" di Michele Serra

Erstmals: Die Audi A3 Limousine - Ein neues Kapitel in der A3 Geschichte

Последний бой динозавров уйдет с молотка

martedì 19 novembre 2013

Mercedes-Benz TV: Visionary Statements - Jochen Hermann

Fluffy Nail Art: Polvere di Velluto #NailArt | Soffio di dea per PUPA Na...

Le critiche dell'UE sulla politica economica italiana

Shrimp Burgers - Everyday Food with Sarah Carey

Нижний Новгород манит инвесторов

El diario de Emely (Booktrailer) - Editorial Círculo Rojo

Margarito, il leggendario arcipirata di Brindisi - Dario STOM

Margarito, il leggendario arcipirata di Brindisi - Dario STOM

venerdì 15 novembre 2013

Il cacciatore di stelle - Simone NUZZO

Il cacciatore di stelle - Simone NUZZO

Pillole di Littizzetto e Serra su Gli Sdraiati

People and Power - November 2013 promo

Slovenia, approvata la finanziaria 2014

Carovigno 131113: Giornata informativa Progetto Neet

Анатолий Сердюков: возвращение

Stefano Delacroix presenta Nigredo (I Libri di Emil) alla Masseria Quis Ut Deus di Crispiano



Venerdì 22 Novembre alle ore 20.30 nella splendida cornice della Masseria Quis Ut Deus  (Strada Provinciale 49 – km. 10+750) a  Crispiano (TA)  Stefano Delacroix presenta  Nigredo (I Libri di Emil)

Vincent Fernand Daudet, guaritore e realizzatore di pozioni della salute, è un uomo dal passato oscuro, orfano d’arte (il padre era un uomo ‘vissuto pericolosamente’ a metà tra la medicina e l’alchimia esoterica), trafugatore di cadaveri, frequentatore di bettole, avvezzo a miasmi e sollazzi nei postriboli di una Parigi mefitica e pestilenziale, salvatore di fanciulle pudiche, amante di donne fedifraghe, amico di ladri e impostori.

Il destino che Vincent ha cucito addosso è quello iniziatico dell’alchimia e dei sentieri esoterici dello spirito. Uno spirito che combina elementi di chimica, fisica, astrologia, medicina, misticismo e religione. L’obiettivo del protagonista è la conquista dell’onniscienza e la creazione di un rimedio a tutte le malattie. E la vita eterna…“


Stefano Delacroix è nato a Taranto nell’agosto del 1966, da genitori leccesi. Dopo una lunga militanza giovanile con la band The Act, prodotto da Mimmo Locasciulli pubblica tra il ’94 e il ’97 due album solisti, Ribelli e La Legge Non Vale (ed. Hobo, distribuzione Sony Music). Dedicatosi alla letteratura, pubblica nel 2007 Peristalsi (ed. Il Foglio) e La Memoria del Mare (ed. La Riflessione), nel 2009 Il Sesto (Lupo Editore), raccolta di racconti noir uscita in seconda edizione nel 2012.



Crispiano (Taranto)
Masseria Quis Ut Deus

Info. 0998110116

Il ritorno impossibile con gli scritti di Stefano Delacroix, Luca e Giovanni Dell'Abate, Massimiliano Montelli, Agostino Palmisano.



Un piccolo libro commemorativo per un amico che non c'è più. 4 scrittori e un fotografo raccontano il dopo senza smancerie, lo fanno come se il loro amico fosse ancora vivo.

Stefano Delacroix, nel volgere di poche pagine, riesce a tradurre con una divertentissima allegoria quella che è in realtà la disfatta della poesia, e cioè la testarda volontà di tradurre l'intraducibile.

Luca Dell'Abate, con la sua smodata passione per la musica, mette in scena una sequenza brillante e viva di idee, giochi di parole che sembrano scaturire dalla stessa idea di curiosità del Delacroix, ma più accondiscendente verso se stesso e gli altri, come se il fanciullo pascoliano urlasse al mondo intero la promessa del proprio sogno eterno e ne pretendesse un'eco di umana comprensione.

Massimiliano Montelli vira decisamente verso un misticismo agreste, pànico, dove la divinità è puramente espressa nel solo esistere del mondo, nel suo silenzio e nel moto avvolgente degli astri senza tempo, elemento quest'ultimo che è il vero guardiano del faro che tiene prigioniero Agostino Palmisano. Il suo è un totalitarismo esistenziale monolitico, dove ad aggirarsi muti sono i simboli-soldato del fallimento di tutti.

Tutti i loro scritti sono intervallati dalle fotografie realizzate da Giovanni Dell'Abate. Esse raccontano placidamente una partenza, una scelta necessaria per la vita, un atto che, seppur doloroso, ha bisogno di essere compiuto. Un ritorno davvero impossibile, come quello di un amico andato via lasciando la porta di casa spalancata, un eterno luogo di riflessione per chi rimane, una casa che è un viso, è una voce.


Titolo: Il ritorno impossibile
Autori: Stefano Delacroix, Luca e Giovanni Dell'Abate, Massimiliano Montelli, Agostino Palmisano.
Genere: Letteratura
Editore: lulu.com
Pagine: 59
Prezzo: 5 euro

Cdm, approvato il decreto ambiente. La bolletta dell'acqua sarà in base al reddito - Repubblica.it

Cdm, approvato il decreto ambiente. La bolletta dell'acqua sarà in base al reddito - Repubblica.it

Teatro, in scena quel che pensano gli uomini su violenza, sessualità e desiderio - Il Fatto Quotidiano

Teatro, in scena quel che pensano gli uomini su violenza, sessualità e desiderio - Il Fatto Quotidiano

Il tesoro d'Italia, la lunga avventura dell'arte - Un Libro al giorno - ANSA.it

Il tesoro d'Italia, la lunga avventura dell'arte - Un Libro al giorno - ANSA.it

Malag�: "Nessuna fretta per Giochi 2024. Scudetto? Spero Roma, ma vedo Juve"

Malag�: "Nessuna fretta per Giochi 2024. Scudetto? Spero Roma, ma vedo Juve": Il presidente del Coni: "Per l'Olimpiade voglio una candidatura unitaria su tutto il territorio: abbiamo tempo fino al 2015 e Letta � favorevole. Sarei d'accordo a nuovi impianti per le squadre della Capitale e la legge sugli stadi va avanti. Il tricolore? I giallorossi vengono dopo i bianconeri e il Napoli"

"Bonolis, indignati per la gag del Filippino". La protesta della comunità italiana - TV/Radio - Spettacoli - Repubblica.it

"Bonolis, indignati per la gag del Filippino". La protesta della comunità italiana - TV/Radio - Spettacoli - Repubblica.it

Sindacati contro legge di stabilità. Camusso: "Basta favole, in gioco il futuro dell'Italia" - Repubblica.it

Sindacati contro legge di stabilità. Camusso: "Basta favole, in gioco il futuro dell'Italia" - Repubblica.it

Cortei studenti in molte citta', tensioni - Cronaca - ANSA.it

Cortei studenti in molte citta', tensioni - Cronaca - ANSA.it

La Commissione Europea approva l'uso di reti 3G ed LTE durante i voli di linea | Hardware Upgrade

La Commissione Europea approva l'uso di reti 3G ed LTE durante i voli di linea | Hardware Upgrade

Apple, quarto aggiornamento iOs 7: corregge bug e accessibilità Facetime - Il Sole 24 ORE

Apple, quarto aggiornamento iOs 7: corregge bug e accessibilità Facetime - Il Sole 24 ORE

Inter, Thohir nuovo presidente nerazzurro Massimo Moratti sarà presidente onorario - Corriere.it

Inter, Thohir nuovo presidente nerazzurro Massimo Moratti sarà presidente onorario - Corriere.it

Cogne, Anna Maria Franzoni torna a casa grazie a un permesso di 5 giorni - Tgcom24

Cogne, Anna Maria Franzoni torna a casa grazie a un permesso di 5 giorni - Tgcom24

Ilva: Vendola al contrattacco "sciacalli, so cos'e' il cancro"

Ilva: Vendola al contrattacco "sciacalli, so cos'e' il cancro"

La Ue boccia la legge di Stabilità - Il Messaggero

La Ue boccia la legge di Stabilità - Il Messaggero

Il cacciatore di stelle - Simone NUZZO

Il cacciatore di stelle - Simone NUZZO

mercoledì 13 novembre 2013

Bankitalia: entrate giù dello 0,39% nei primi nove mesi dell'anno, debito salito a quota 2.068 miliardi - Il Sole 24 ORE

Bankitalia: entrate giù dello 0,39% nei primi nove mesi dell'anno, debito salito a quota 2.068 miliardi - Il Sole 24 ORE

Nassiriya: grillina choc, in aula commemora il kamikaze

Nassiriya: grillina choc, in aula commemora il kamikaze

Maxi-diamante arancione battuto all'asta a Ginevra: record di 23,5 milioni di euro - Quotidiano Net

Maxi-diamante arancione battuto all'asta a Ginevra: record di 23,5 milioni di euro - Quotidiano Net

Laura Pausini: "Ascoltatemi nei duetti, sono diventata più moderna. E ora riparto in tour" - Musica - Spettacoli - Repubblica.it

Laura Pausini: "Ascoltatemi nei duetti, sono diventata più moderna. E ora riparto in tour" - Musica - Spettacoli - Repubblica.it

Cicchitto: annullare il Consiglio Pdl Alfano: "Non paragonateci a Fini" - Tgcom24

Cicchitto: annullare il Consiglio Pdl Alfano: "Non paragonateci a Fini" - Tgcom24

Letta: «Olimpiadi in Italia, ora si può nel 2014 ripresa a portata di mano Sui fatti di Salerno tolleranza zero» - Il Messaggero

Letta: «Olimpiadi in Italia, ora si può nel 2014 ripresa a portata di mano Sui fatti di Salerno tolleranza zero» - Il Messaggero

Il seme dell'equilibrio - Davide CARBONI

Il seme dell'equilibrio - Davide CARBONI

martedì 12 novembre 2013

Torino, chiude la mensa universitaria. Gli studenti la occupano: "Pasti ...

Asta Bot annuale, rendimento cala a nuovo minimo storico | Business | Reuters

Asta Bot annuale, rendimento cala a nuovo minimo storico | Business | Reuters

Nassiriya,Colle:vittime di barbarie - Tgcom24

Nassiriya,Colle:vittime di barbarie - Tgcom24

Cambogia, scontri tra polizia e operai: un morto e 20 feriti

Cambogia, scontri tra polizia e operai: un morto e 20 feriti

La sfida di Google Play sui film via web - Il Sole 24 ORE

La sfida di Google Play sui film via web - Il Sole 24 ORE

La Stampa - Maltempo, due morti nelle Marche Freddo e vento sferzano tutta l’Italia

La Stampa - Maltempo, due morti nelle Marche Freddo e vento sferzano tutta l’Italia

La Stampa - Fini: “Alfano si accorge ora dei metodi usati contro di me”

La Stampa - Fini: “Alfano si accorge ora dei metodi usati contro di me”

lunedì 11 novembre 2013

Mtv Ema, l’ultima provocazione di Miley Cyrus? Una canna - Corriere.it

Mtv Ema, l’ultima provocazione di Miley Cyrus? Una canna - Corriere.it

La Stampa - Bloomberg: Apple prepara l’iPhone curvo

La Stampa - Bloomberg: Apple prepara l’iPhone curvo

Alitalia: nuovo piano con 4 mila tagli al personale (Il Messaggero) - ASCA.it

Alitalia: nuovo piano con 4 mila tagli al personale (Il Messaggero) - ASCA.it

Maltempo da Genova a Palermo Pioggia e vento flagellano l'Italia

Maltempo da Genova a Palermo Pioggia e vento flagellano l'Italia

Siria, l'opposizione parteciperà alla Conferenza di pace di Ginevra 2 - Il Sole 24 ORE

Siria, l'opposizione parteciperà alla Conferenza di pace di Ginevra 2 - Il Sole 24 ORE

Goce, disintegrato al rientro I detriti non provocanodanni - Corriere.it

Goce, disintegrato al rientro I detriti non provocanodanni - Corriere.it

La Stampa - Parmitano rientra a Terra dopo 6 mesi

La Stampa - Parmitano rientra a Terra dopo 6 mesi

Letta: no al Mediterraneo mare di morte, l'Ue cambi politica

Letta: no al Mediterraneo mare di morte, l'Ue cambi politica

domenica 10 novembre 2013

SETTE STORIE AMERICANE di Luca LEO (Lupo editore)



Sette racconti. Sette città americane che fanno da sfondo e titolo alle straordinarie vicende di uomini e donne che le attraversano, le vivono, le temono. Sette storie che si dipanano fra il giallo e l’horror, il thriller e il fantasy in un vorticoso incrociarsi di generi in cui nulla sarà mai ciò che sembra. Storie che irretiranno senza concedere l’attimo di un respiro. Perché tutto potrà accadere. Perché tutto accadrà.

Luca LEO - Nato e cresciuto a Reggio Calabria, vive da circa sette anni nel Salento. Mai veramente soddisfatto dei mille e più lavori intrapresi, ha provato a seguire la sua vena artistica, iniziando a scrivere.

Festival Roma: Her, computer Johansson - Corriere della Sera

Festival Roma: Her, computer Johansson - Corriere della Sera

Satellite Goce, pericolo scampato per l'Italia. Esa: potrebbe cadere tra le 19 e l'1 del mattino - Il Sole 24 ORE

Satellite Goce, pericolo scampato per l'Italia. Esa: potrebbe cadere tra le 19 e l'1 del mattino - Il Sole 24 ORE

Maldive, la Corte Suprema sospende il secondo turno delle presidenziali

Maldive, la Corte Suprema sospende il secondo turno delle presidenziali

Usa, sangue a un «diciottesimo Due morti e ventidue feriti - Corriere.it

Usa, sangue a un «diciottesimo Due morti e ventidue feriti - Corriere.it

Salernitana-Nocerina choc. Sospesa dopo 20 minuti

Salernitana-Nocerina choc. Sospesa dopo 20 minuti

sabato 9 novembre 2013

Caffè: il momento migliore per berlo non è a prima mattina | NotizieIN.it Salute

Caffè: il momento migliore per berlo non è a prima mattina | NotizieIN.it Salute

Letta, stop 2/a rata Imu, no aggravio imprese - Politica - ANSA.it

Letta, stop 2/a rata Imu, no aggravio imprese - Politica - ANSA.it

Crollano le partite Iva, 400mila in meno dal 2008

Crollano le partite Iva, 400mila in meno dal 2008

Nucleare iraniano: ministro Esteri cinese a colloqui Ginevra

Nucleare iraniano: ministro Esteri cinese a colloqui Ginevra

Cina, sostenitori Bo Xilai formano partito politco - Repubblica.it

Cina, sostenitori Bo Xilai formano partito politco - Repubblica.it

Il super tifone Haiyan sulle FilippineCentinaia di morti, migliaia gli sfollati - Corriere.it

Il super tifone Haiyan sulle FilippineCentinaia di morti, migliaia gli sfollati - Corriere.it

venerdì 8 novembre 2013

Il vino delle eccellenze - L’ECCELLENZE DEL TERRITORIO 2013 - 2014



Giunto al terzo anno di attività l’appuntamento istituzionale per l’assegnazione del riconoscimento L’ECCELLENZE DEL TERRITORIO dell’ass. Arcadia Lecce, quest’anno  in collaborazione con Cantine Due Palme punto vendita Lecce di Maria Viterbo in via del Mare 5/a a Lecce, l’associazione lancia la nuova rassegna per il 2013 e per il 2014 Il Vino delle Eccellenze – L’Eccellenze del territorio 2013/2014. L’appuntamento che avrà cadenza quindicinale, ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere alla cittadinanza leccese e salentina, tutte quelle realtà imprenditoriali, associative, pubbliche e private che con il loro operato si sono contraddistinte nel sociale e nella promozione del territorio. Nell’appuntamento dell’11 novembre alle ore 19,30 in via del Mare 5/a a Lecce, si terrà l’incontro dove saranno premiati l’associazione Salento in Progress e Paride Mazzotta (Vice presidente del Consiglio di Lecce) per Uninsieme. Interverranno il Presidente dell’Ass. Arcadia Lecce Valentino Zanzarella, il Presidente dell’Associazione Salento in Progress Valentino Loforese e il Vice Presidente del Consiglio di Lecce Paride Mazzotta. L’associazione Arcadia Lecce fa inoltre appello alla comunità leccese e salentina acchè comunichi proposte di “eccellenze” alla mail info@ordoequestristempli.it
  
Le motivazioni del riconoscimento 1 - Salento in progress è un’associazione culturale apartitica ed autonoma senza scopo di lucro, che nasce con l’intento di sensibilizzare il rapporto tra cittadini ed istituzioni ponendosi, come obiettivo cardine, quello di lavorare nell’interesse della collettività. L’associazione dispone di un equipe di persone volenterose e altamente qualificate per la realizzazione e l’elaborazione di progetti pro-cittadino, volti alla creazione di servizi innovativi che pongano l’intera comunità in prima linea su tutto il territorio. Integrazione, aggregazione, promozione e sviluppo sociale, sono i punti di arrivo della Salento in Progress che, attraverso scambi interculturali e nuove sinergie con enti ed amministrazioni, si impegnerà alacremente a migliorare il tenore di vita di ogni singolo cittadino.

Le motivazioni del riconoscimento 2 – Uninsieme è un progetto ambizioso radicato sul territorio salentino e che nasce con l’obiettivo di aiutare gli studenti universitari nel loro percorso di crescita e di studio durante gli anni del cursus studiorum all’università, con l’implementazione di  sempre più nuovi e interessanti seminari,  miglioramenti dei servizi e un’attenzione particolare alle esigenze dello studente.

Info

Cantine Due Palme - Punto vendita Lecce di Maria Viterbo in Via del Mare 5/a (Lecce)
Tel. 0832-311626 - Cell. 3332361603



Salento in Progress - http://www.salentoinprogress.it/