lunedì 26 marzo 2012

AIC Lazio - ecco lo chef vincitore di "Bambini, il senza glutine è servito!"

Domenica 25 marzo 2012 presso l'Hotel Radisson Blu di Roma (via F. Turati 171), è stato "incoronato" il re degli chef senza glutine. Così come nel 2011, lo chef che ha riscosso maggiori consensi è stato Marco Scaglione, libero professionista di Fucecchio (Fi), che ha proposto: "ravioli farciti con porri, miglio e pecorino su crema di soia, con scaglie di sgombro e cimetta di broccolo". Secondo classificato Dario Tornatore, terzo Andrea Esposito. La cucina per celiaci – intolleranti al glutine, proteina collante contenuta in moltissimi cereali tra i quali il grano – quest'anno ha coinvolto e conquistato anche i bambini: oltre che da rinomati cuochi professionisti, infatti, la giuria è stata composta da ben sei bambini tra i 7 e i 10 anni. Presidente della giuria, Alessandro Circiello, cuoco Rai con una lunga storia di partecipazioni e conduzioni TV, nonché di premi di prestigio.

A testimonianza dell'eccellente riuscita dell'evento… la richiesta del bis e del tris da parte dei bambini, che hanno apprezzato la maestria culinaria dei tre chef in gara. Entusiasti anche i genitori che con viva soddisfazione hanno visto i loro figli finire i piatti e urlare: "più che buono!". Tutti i cuochi sono riusciti a presentare piatti coloratissimi e divertenti oltre che (ovviamente) gustosissimi, riuscendo a far mangiare addirittura alimenti non troppo amati dai bambini, quali verdure e pesce. "Questo trofeo è un'occasione per ascoltare i suggerimenti dei bambini, per sapere cosa piace e quindi che è possibile conciliare gusto e celiachia, anche per loro" ha ribadito Paola Fagioli, presidente AIC Lazio, "con la speranza" ha aggiunto Alessandro Circiello "che anche i menù per bambini celiaci siano sempre più presenti nei ristoranti così come negli alberghi". Per la Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione (S.I.S.A.) hanno preso parte il Prof. Migliaccio, presidente, che ha sapientemente descritto il valore nutrizionale di alcuni piatti coinvolgendo in maniera ludica i bambini con domande sulla composizione degli alimenti, e la dott.ssa Sara Farnetti che ha la delega per tutte le manifestazioni in ambito celiaco. Il trofeo, giunto quest'anno alla terza edizione, nasce da una iniziativa AIC Lazio (www.aiclazio.it) - in collaborazione con la FIC Lazio (www.cuochilazio.it Federazione Italiana Cuochi Regione Lazio e www.fic.it).

 

AIC è una struttura che opera tramite volontari e viene tenuta in vita dalle quote associative. Realizza attività sportive, culturali, informa sulla celiachia, svolge lobbying presso le Istituzioni perché i diritti del celiaco siano sempre maggiormente riconosciuti e seleziona i ristoranti, gli alberghi ed i locali "a prova di glutine" e quindi adatti ai celiaci. Anche una sola contaminazione da glutine, infatti, è dannosa per chi soffre di questa intolleranza permanente



 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.